FAITH RUN / Ray Gonzalez. 2005

averagerealismmg.jpg

Faith run / Ray Gonzalez

Angels instead of music posters. Stand up bass instead of violin. The broken wheel, the shining stone, the blonde wig, the desperate message hidden in the need to go underground and not reappear until the planet has been healed. Idealist weather. Idealist piano. Idealist group of friends who think the voyage is all about their destinies.

Angels instead of music posters of dead rock stars. Daughters with heavy voices opening umbrellas on a bright, sunny day. Modern French poets ignoring the moon. The young lovers unafraid of the future, wondering what it means to cross the street hand in hand. The dictionary defining what a sleeping bag is for. The dictionary defining what a body bag is for. The dictionary defining what a sandwich bag is for. The dictionary defining how to place a bag over your head and disappear because the pain of the population is overcoming individual humane achievement.

Angels instead of music posters of dead rock stars pointing their instruments. The differences between two men settled with a chess game. The differences between belief and dogma pounded into the head of the boy by a priest with a yardstick. The narrative on a city wall coming alive to change the history of the neighborhood and how the excited boys took over, danced in the alley, and were led to prison over the years. The first Greek ship spotted in the library. Significance in the thriving bamboo forest taken away when the thirsty scientist finds the ancient walls sticking out of the ground. Significance in Cortes forcing Moctezuma to turn on his people. Significance in Custer being one of the first to go down a the Little Big Horn.

Angels instead of music posters of dead rock stars pointing their instruments at the crowd and choosing their groupies for the night. A primitive lyrical impulse never making it to the floor of composition because the jaw bone smashed the composer in the head and sent him to the stars. Volcanic snow. Melted shoelaces. Mirror hand grenade. Three legged dog. Swimming tadpole. Diminished circus clown sitting in his dressing room, unable to wash off his face paint. An age where pages are never opened, but left to their subtle decomposition. An age where computers are never turned on, the nightmare of a blank screen affecting the young writer. Last night’s vomit appearing as a gag in the morning comic strip.

Angels instead of music posters of dead rock stars pointing their instruments at the crowd and choosing their groupies for the night the moment right before the crowd riots. Announcements never made. A basket of ham sandwiches. The boy touching the girl there for the first time. The pivotal acquaintance leaving town to get married. The path of flowers clearly marked for the saint, the rain starting to fall before he can walk and change the people. Universal calm franchised and bottled to be delivered to impossible heroes hiding inside their combat radios, the impossible moon too late to clip the angels of their oil stained wings.

:

 

:::

 

:

Corsa della fede / Ray Gonzalez

Angeli al posto dei poster musicali. Un contrabbasso al posto di un violino. La ruota spezzata, la pietra che brilla, la parrucca bionda, il disperato messaggio nascosto nel bisogno di sotterrarsi e non riapparire finché il pianeta non sarà risanato. Condizioni atmosferiche idealiste. Pianoforte idealista. Gruppo idealista di amici che pensano che il viaggio sia tutto intorno ai loro destini.

Angeli al posto dei poster musicali di rock star morte. Figlie con voci forti che aprono ombrelli in un giorno luminoso e assolato. Poeti francesi moderni che ignorano la luna. I giovani amanti che non temono il futuro, che si chiedono cosa significhi attraversare la strada, mano nella mano. Il dizionario che definisce a cosa serve un sacco a pelo. Il dizionario che definisce a cosa serve un sacco per corpi. Il dizionario che definisce a cosa serve un sacchetto per panini. Il dizionario che definisce come mettersi un sacchetto sulla testa e scomparire perché il dolore della popolazione sta sopraffacendo le conquiste individuali di civiltà.

Angeli al posto dei poster musicali di rock star morte che indicano i loro strumenti. Le differenze tra due uomini saldate con una partita a scacchi. Le differenze tra credo e dogma inculcate a martellate nella testa del ragazzo da un prete con una bacchetta. La narrazione su un muro di città che prende vita per cambiare la storia del quartiere e come i ragazzi eccitati presero il sopravvento, ballarono nel vicolo, e furono condotti in prigione nel corso degli anni. La prima nave greca avvistata in biblioteca. Il significato implicito nella rigogliosa foresta di bambù portata via quando lo scienziato assetato trova le antiche mura che spuntano fuori dal terreno. Il significato implicito in Cortes che obbliga Montezuma a prendersela con la sua gente. Il significato implicito in Custer in quanto uno dei primi ad andare giù al Little Big Horn.

Angeli al posto dei poster musicali di rock star morte che indicano i loro strumenti alla folla e che scelgono le groupies per la notte. Un impulso lirico primitivo di non farlo mai alla base della composizione perché l’osso della mandibola ha colpito in testa il compositore e l’ha mandato alle stelle. Neve vulcanica. Lacci di scarpe fusi. Bomba a mano a specchio. Cane a tre zampe. Girino che nuota. Un clown da circo sminuito seduto in camerino, incapace di lavarsi via il trucco dalla faccia. Un’epoca in cui le pagine non vengono mai aperte, ma lasciate alla loro sottile decomposizione. Un’epoca nella quale i computer non vengono mai accesi, l’incubo di uno schermo vuoto che affligge il giovane scrittore. Il vomito dell’altra notte che appare come una battuta nella vignetta del mattino.

Angeli al posto dei poster musicali di rock star morte che indicano i loro strumenti alla folla e che scelgono le groupies per la notte proprio un momento prima che la folla dia in tumulti. Annunci mai fatti. Un cesto di panini al prosciutto. Il ragazzo che tocca la ragazza là per la prima volta. Il conoscente cruciale che lascia la città per sposarsi. Il tappeto di fiori nettamente disegnato per il santo, la pioggia che comincia a cadere prima che lui possa camminare e cambiare la gente. La calma universale data in concessione e imbottigliata in modo da poter essere recapitata a eroi impossibili che si nascondono dentro le proprie radio da combattimento, la luna impossibile troppo tardi per tenere insieme gli angeli delle loro ali macchiate di olio.

[tradotto da Alessia Folcio e Gherardo Bortolotti; immagine: Marco Giovenale, Average Realism, 2007]











































tutti i testi pubblicati in
(e ospitati da) GAMMM
sono sotto una Licenza
Creative Commons
= all texts (CC) by
m.giovenale, m.guatteri,
a.raos, m.zaffarano & hosts.
/ if not specified,
all photos are (CC) by m.giovenale /


gammm is a non-profit site.
to support us you can donate
anything you want: paper,
used computers, money, manors.
feel free to make us rich,
and tell us how: email us:
gammm_redazione [at] yahoo [dot] it

! thank you !




gostopGIF_R