da THE MAN SUIT / Zachary Schomburg. 2007 II

Zachary Schomburg
da: THE MAN SUIT. 2007



WHAT I FOUND IN THE FOREST

1.

I found a group of
inappropriately dressed
women inside

a hollowed-out tree.
They all had hidden agendas.
When I asked Marlene

her name, she told me Madeline.
When I asked why
they were in a hollowed-out tree,

all of them became
suspiciously uneasy –
particularly Marlene

who told me to stop
talking as she handed me
some beautiful flowers.

2.

I found a group
of beautifully arranged
trees flowering inside

a hollowed out woman.
They all seemed to be deciduous.
When I climbed the smallest one,

it bent underneath my weight.
When I climbed the strongest one,
I could see forever.

But what I saw
was a dark forest of hollowedout
women,

inappropriately dressed,
growing trees
inside themselves.



COSA HO TROVATO NELLA FORESTA

1.

Trovai un gruppo
di donne vestite
in modo inappropriato dentro

un albero cavo.
Avevano tutte un piano segreto.
Quando chiesi a Marlene

il suo nome, lei mi disse Madeline.
Quando le chiesi perché
se ne stavano in un albero cavo,

tutte loro divennero
sospettose e a disagio –
specialmente Marlene

che mi disse di smettere
di parlare mentre mi porgeva
dei bellissimi fiori.

2.

Trovai un gruppo
di alberi magnificamente
disposti che fiorivano dentro

una donna cava.
Sembravano essere tutti decidui.
Quando mi arrampicai sul più piccolo,

si piegò sotto il mio peso.
Quando mi arrampicai sul più robusto,
potevo vedere per sempre.

Ma ciò che vidi
fu una foresta scura di
donne cave,

vestite in modo inappropriato,
che crescevano alberi
dentro di loro.



[Traduzione di Francesca Matteoni]



THE BEAR MUTILATION

A bear mutilates a young woman on stage. She must pick up her pieces and put herself back together. Everyone is intense and quiet. One piece, unbeknownst to her, has landed on the lap of a gentleman in the front row who later presents it to the young woman as the final piece, the one she has been looking for, desperately, in front of everyone.

Despite speculation, this gentleman is not a plant. This gentleman also claims to have never before played a tuba, and then he plays one brilliantly. The audience cries hoax! and rushes the stage, maiming both the tuba playing gentleman and the young woman. Then the audience, as if blood stained pieces of a whole, spreads out, deep into the forest and back into their warm caves.



LA MUTILAZIONE DELL’ORSO

Un orso mutila una giovane donna sul palco. Lei deve raccogliere i pezzi e riaggiustarsi. Ognuno è intenso e quieto. Un frammento, a lei ignoto, è atterrato sul grembo di un signore in prima fila che più tardi lo ha restituito alla giovane donna come il pezzo finale, quello che stava cercando, disperatamente, davanti a tutti.

Nonostante le illazioni, questo signore non è una pianta. Questo signore inoltre sostiene di non aver mai suonato una tuba fino ad ora, ma poi ne suona una brillantemente. Il pubblico grida che imbroglione! e si precipita sul palco, menomando sia il suonatore di tuba che la giovane donna. Poi il pubblico, come membra insanguinate di un tutto, schizza fuori, nel profondo della foresta, di
nuovo nel tepore delle loro caverne.



[Traduzione di. Francesca Matteoni]



THE BLACK SQUARE SHE WEARS

In this play I wrote, a woman appears naked on stage. She has a black square painted on her bare stomach. She tries to convince the gentleman on stage that it is a painting of the two of them in a boat on a lake on a moonless night. This is you paddling from the stern she says. He sees nothing but a black square. Trees are blowing gently in the wind just below my ribs. She makes a gesture to her ribs and starts crying. Silence fills the stage as he touches the painting with his finger. He gets
on his knees to study it. A pirate enters.



IL QUADRATO NERO ADDOSSO A LEI

Nel dramma che ho scritto c’è una donna nuda in scena. Ha un quadrato nero disegnato sullo stomaco. Prova a convincere l’uomo sul palco che è un ritratto di loro due in barca su un lago in una notte senza luna. Questo sei tu che remi sul mio sterno, gli dice. Lui non vede altro che un quadrato nero. Gli alberi si piegano al vento proprio sotto le costole. Si sfiora le costole e si mette a piangere. Il silenzio riempie la scena mentre lui tocca il ritratto col dito. Si mette in ginocchio per guardarlo meglio. Entra un pirata.



[Traduzione di Marco Simonelli]
[Tutti i testi da: Zachary Schombur, The Man Suit, Black Ocean, Boston, 2007.]











































tutti i testi pubblicati in
(e ospitati da) GAMMM
sono sotto una Licenza
Creative Commons
= all texts (CC) by
m.giovenale, m.guatteri,
a.raos, m.zaffarano & hosts.
/ if not specified,
all photos are (CC) by m.giovenale /


gammm is a non-profit site.
to support us you can donate
anything you want: paper,
used computers, money, manors.
feel free to make us rich,
and tell us how: email us:
gammm_redazione [at] yahoo [dot] it

! thank you !




gostopGIF_R