Relazione: Che cos’è realtà? Realtà è qualcosa che. Qualcosa che è reale è efficace. Qualcosa che agisce agisce efficacemente agisce su di me. Qualcosa che è esperibile che io esperisco rende esperibile qualcosa. Realtà è uguale a esperienza. Realtà è uguale a mia esperienza. È uguale a mia tua nostra esperienza. È ciò che nella mia tua nostra esperienza è uguale. Un’esperienza uguale è senz’altro realtà? Esiste un’esperienza uguale? Esiste una realtà uguale?

[illuminazione insufficiente spifferi attraverso le finestre riscaldamento insufficiente atmosfera di demolizione fuori è tutto facciata provvisorietà artificiosa a completamento della facciata non più mantenibile in piedi a lungo presto perfezionata senza interstizio]

Realtà è qualcosa che. Qualcosa di esperibile. Qualcosa di cui si può parlare. Qualcosa di cui non si può parlare. Qualcosa che qualcosa di cui qualcosa su cui.

[il rumore cadenzato di un merci sugli scambi di un binario di smistamento associato all’immagine di due figure che in una stazione di città di provincia grigia di pioggia ancora una volta non ancora l’ultima volta e la mano che fa cenni di saluto in silenzio prospetticamente scorciata]

Mi viene in mente qualcosa. A uno viene in mente qualcosa. Ovunque mi viene in mente qualcosa sussiste la possibilità che mi venga in mente qualcosa ho la possibilità alla disposizione che mi venga in mente qualcosa. A casa in ufficio mentre passeggio in metropolitana al cinema.

[ho mal di testa ho fame sono stanco che cosa troverò da mangiare quando potrò andare a letto anche ieri era così tardi sono stato in giro tutto il giorno da stamattina non ho mangiato niente]

Quello che mi viene in mente è qualcosa che posso dire. Qualcosa che si può dire. Qualcosa che io ritengo vero. Qualcosa di cui sono convinto che si può ritenere vero. Tutti noi che siamo qui. Tutti noi che siamo qui rappresentiamo in un certo senso una massa che non è qui. Siamo in un certo senso tutti. Io sono tutti se tutti noi che siamo qui riteniamo vero quello che io ritengo vero. Io sono tutti se siamo unanimi. La mia azione è unanime se siamo unanimi. La nostra unanimità sarebbe reale.

[che facce sono quelle dietro i vetri delle finestre che gente è quella che si è adunata dietro il vetro della finestra perché la gente si ferma quando vede qualcosa che non conosce quando sembra accadere qualcosa nonconoscere e accadere è per essa reale]

Io sono tutti se tutti noi che siamo qui riteniamo vero quello che io ritengo vero. Io sono tutti se siamo unanimi. La nostra unanimità sarebbe reale. Quello che dico sarebbe vero o nonvero o semivero o avrebbe a che fare con la verità o sarebbe reale. Lei non crede? Qual è la sua opinione? Prego risponda al quesito! Che cosa ha da dirci in proposito? Dibattito.

[veramente non sembra che ascolti gran che aspetta soltanto la sua parola d’ordine aspetta il suo segnale che genere di segnale qualcosa su cui può raggiungere spera di raggiungere l’unanimità di segnale in segnale di slogan in slogan discorso uguale a mastice tra slogans che provocano l’unanimità nessuno dà retta nessuno ci bada ci sono abituati]

È impegnativo non è impegnativo. Realtà è uguale a impegno. Impegnativo è ciò che viene offerto. Viene offerto ciò che spera di raggiungere impegno. O no? O soltanto una cosa qualsiasi? A caso senza requie una cosa qualsiasi? Che cosa qualsiasi? Nessuna richiesta. Consumatore medio. Cultura. Civiltà. Patrimonio culturale. Prodotto della civiltà. Smercio bellezza fase finale atmosfera primitività movimento.

[perché si alza in piedi e parla biondo stando un po’ curvo le mani nelle tasche della sua giacca sa che fa colpo che ha successo ora sorride se n’è accorto applaudono]

Io sono tutti se tutti noi che siamo qui riteniamo vero quello che io ritengo vero. Io dico la verità se siamo unanimi. Realtà è ciò su cui abbiamo raggiunto l’unanimità. Io do la parola d’ordine. La mia parola d’ordine è il segnale che provoca l’unanimità. La mia parola d’ordine è il segnale che raggiunge l’unanimità sul fatto che tutti ritengono vero quello che io ritengo vero?

 

[Testi 1,2,3 / Helmut Heissenbuttel; traduzione dal tedesco di Emilio Picco. – Einaudi, copyr. 1968]











































tutti i testi pubblicati in
(e ospitati da) GAMMM
sono sotto una Licenza
Creative Commons
= all texts (CC) by
m.giovenale, m.guatteri,
a.raos, m.zaffarano & hosts.
/ if not specified,
all photos are (CC) by m.giovenale /


gammm is a non-profit site.
to support us you can donate
anything you want: paper,
used computers, money, manors.
feel free to make us rich,
and tell us how: email us:
gammm_redazione [at] yahoo [dot] it

! thank you !




gostopGIF_R