Archive for the 'kritik' Category



… da una musica per l’orecchio mancante: dieci abiure “d’ameublement” all’opus vandalicum di Walter Marchetti, come accompagnamento a De musicorum infelicitate I Se nell’ascoltare questa musica, non vi accorgete che la musica sta parlando di se stessa, allora non capirete niente. (w.m.) II De musicorum infelicitate, anamnesi della condizione della musica e anelito di una […]

Sette proposizioni su come la competenza letteraria può funzionare per scardinare un’egemonia 1 – Fin dal suo emergere, la modernità ha controbilanciato le pretese filosofiche di una propria egemonia con pratiche letterarie in grado di sventarne le trappole e di rivelarne le imposture. 2 – La postura letteraria, in epoca moderna, insiste nel mettersi nella […]

nicolas bourriaud

[…] “materialismo dell’incontro” [Louis Althusser] o materialismo aleatorio. Tale materialismo assume come punto di partenza la contingenza del mondo, che non ha origine né senso che gli preesista, né ragione che gli assegnerebbe un fine. Così, l’essenza dell’umanità è puramente transindividuale, costituita dai legami che uniscono gli individui tra loro in forme sociali che sono […]

terry wilson e/su brion gysin

“Tutte le religioni dei ‘popoli del Libro’, Ebrei, Cristiani e Mussulmani… sono basate sull’assunto che all’inizio sta il Verbo”, sottolinea Gysin. “Tutto quello che è scaturito da un simile inizio sembra funzionare piuttosto male… [Il nostro] metodo consisteva innanzitutto nel frantumare la sequenza temporale… frantumazione prodotta dal cut-up. C’era l’intenzione di farla finita con il […]

Il cut-up è la principale tecnica letteraria utilizzata da Burroughs. Viene inventata nel 1959 da Brion Gysin, al­l’epoca in cui abita al Beat Hotel di rue Git-le-Coeur a Parigi. Brion Gysin: «In questa vicenda il caso ha avuto il ruolo principale. Nel corso dell’anno 1959, ho composto un numero impressionante di collages. Un giorno, mentre […]

Se prima le avanguardie storiche privilegiavano il reale, quale entità extraterritoriale all’arte, proponendone un assemblage atto a creare ex nihilo nuove immagini, oggi la produzione artistica opera sul decoupage e sull’interpretazione di immagini “già fatte”. Si studiano le loro combinazioni e i loro intrecci, il loro ruolo sullo “schermo” e la dualità tra display scenografico […]

cambio di paradigma / marco giovenale. 2010

Micropremessa Quanto di séguito si schematizza e si afferma vale come primo resoconto e presa d’atto – report osservativo – di una determinata area di scrittura contemporanea. In più, il perimetro così delineato non è privo di interruzioni, falle, faglie, porosità, cedimenti. Come ogni neoformazione, tutto sommato. In aggiunta, chi qui scrive non inscrive l’intera […]

  L’ontologia regionale della retorica è, in termini concisi, la seguente: Ogni discorso considerato nel suo aspetto funzionale è fondato su di un insieme relativamente limitato di meccanismi – la cui struttura resta essenzialmente la stessa da testo a testo, da lingua a lingua, da periodo storico a periodo storico – un insieme che riduce […]

fluxus events

  [Mi piace pensare a Fluxus,

  Nel 1984 dichiarammo che il cambiamento inevitabile sarebbe giunto attraverso la CONTINUITÀ DELLE DISCONTINUITÀ delle matrici architettoniche. Nel 1988 dichiarammo che SOLTANTO LE STRUTTURE PIÙ VITALI ERANO IN GRADO DI ACCETTARE LA DISTRUZIONE COME ATTO CREATIVO. Nel 1990 dichiarammo che LE CASE ARCHITETTONICHE SONY-BENETTON avrebbero trasformato l’architettura in qualcosa di più amichevole, divertente, allegro, […]

flarf & conceptual poetry / k. silem mohammad. 2010

Flarf & Conceptual Poetry :  [AWP panel, Denver, CO, 4/10/10] / K. Silem Mohammad È stato sottolineato che Flarf e la Poesia concettuale sono la poesia dei nostri tempi perché sono la poesia che ci meritiamo. In E venne il giorno di M. Night Shyamalan, un misterioso evento aereo spinge ampi segmenti della popolazione a […]

NO LANGUAGE / Alessandro Broggi. 2007

L Vi è mai capitato di leggere – intendo: di leggere attentamente – qualche rivista di design, arredamento, architettura? Soffermatevi soprattutto sui testi,

  Come al solito, quando si maneggiano categorie ambigue come poesia e prosa, il problema è innanzitutto di definizione. Siccome non è pacifico né che cosa sia la poesia, né che cosa sia la prosa, tanto meno sarà facile definire la “poesia in prosa”, operazione con ogni evidenza preventiva all’atto di predicarne l’eventuale (mancata, o […]

Taking a normal situation and retranslating it into overlapping and multiple readings of conditions, past and present […]. Create a situation which does not erupt so much as emerge from normal conditions which are radically altered […]. The artist’s objects and environments draw on a repertoire of daily use and are produced to mimic the […]

(…) “Un giorno ho pensato che tutto ciò che scrivo appartiene allo stesso testo poetico e che potrei continuare sempre, perché non vedo come potrei scrivere diversamente”[1], afferma Viton in un’intervista. L’obiettivo rimane, infatti, identico, ed è ciò che rende la sua attività poetica “la risposta letteraria più rapida rispetto agli avvenimenti” – secondo una […]






000

About

You are currently browsing the G A M M M weblog archives for the 'kritik' category.

Longer entries are truncated. Click the headline of an entry to read it in its entirety.

Archives

Categories

Archives

Categories








































tutti i testi pubblicati in
(e ospitati da) GAMMM
sono sotto una Licenza
Creative Commons
= all texts (CC) by
m.giovenale, m.guatteri,
a.raos, m.zaffarano & hosts.
/ if not specified,
all photos are (CC) by m.giovenale /


gammm is a non-profit site.
to support us you can donate
anything you want: paper,
used computers, money, manors.
feel free to make us rich,
and tell us how: email us:
gammm_redazione [at] yahoo [dot] it

! thank you !




gostopGIF_R