writings 1973-1994 / bill viola

pippinnewconstellation8rd.jpg

Le strutture che percepiamo come immobili si muovono, i muri che ritenevamo impenetrabili saranno penetrati, le strutture saranno trasformate e noi riguarderemo questo momento come si guarda indietro agli anni ’50, ’40, ’20, come singolari periodi di transizione tra tecnologie.

(Posted by A. Broggi. Image: Steven Pippin, New Constellation, 1999, metal, glass, plexi glass, video, motor, various materials, ca. 160 cm; Gavin Brown Gallery, New York.)