a translation from one language to another / lawrence wiener. 1995

Lawrence Wiener
A TRANSLATION FROM ONE LANGUAGE TO ANOTHER. 1995

IF IN FACT THERE IS COMMUNICATION
ALL COMMUNICATION IS A FORM OF TRANSLATION

THE NEEDS & DESIRES OF ONE HUMAN BEING
REQUIRE A TRANSLATION INTO LANGUAGE ( ART MUSIC ETC )
TO BRING ABOUT A STRUCTURE OR SITUATION THAT WILL
ANSWER TO THOSE NEEDS & DESIRES

A TRANSLATION FROM ONE
LANGUAGE TO ANOTHER

IF IN FACT ALL THINGS SHOULD BE AVAILABLE TO ALL PEOPLE
EACH THING MUST BE ADAPTABLE TO THE NEEDS OF EACH GROUP OF PEOPLE
( PERHAPS TO ENRICH LIFE AS IT IS OR PERHAPS TO
CHANGE WHAT COULD BE CHANGED )

WHEN A WORK REFERS TO THOSE OBJECTS & MATERIALS
THAT ARE IN THEMSELVES AN EMPIRICAL REALITY ALL THE
VAGARIES POSSIBLE CANNOT CHANGE A SILK PURSE INTO A SOWS EAR
WHAT IS LOST IS THE ELEGANCE WITHIN THE CULTURE
WHOSE LANGUAGE WAS USED TO PRESENT THE WORK
IN FACT STYLE IS STILL ONLY THE
MEANS TO PRESENT A CONTENT THAT SHOULD BE
ABLE TO FUNCTION WITHOUT ANY PROPS AT ALL

A stone IS A stone

THIS DOES NOT OBVIATE THE SENSUALITY
OF THE ORIGINAL OBJECT BUT
THE TRANSLATION ALLOWS EACH CULTURE
TO ADAPT THE OBJECT TO FULFILL THEIR OWN NEEDS
A TRANSLATION IS REALLY THE MOVING OF
ONE OBJECT TO ANOTHER PLACE

New York City, December 1995

* * * Continue reading “a translation from one language to another / lawrence wiener. 1995”

da NOTE / Sergio Soda Star. 2009. I

 

L’EXTRACOMUNITARIO CHE SI INSERÌ ATTRAVERSO IL DISCORSO DELLA MALEDUCAZIONE

C’era una volta un extracomunitario. I suoi genitori si erano trasferiti in provincia di Varese per lavorare perché nel loro paese c’era un dittatore che perseguitava tutti i maschi nati in un certo anno e voleva riuscire a sodomizzare tutte le donne della tribù della moglie. A Varese riuscirono a trovare un ottimo posto in una azienda che produceva lavatrici scadenti (anche perché erano quasi tutte fatte da africani che non capivano che cos’erano), ma la loro spada di damocle era il figlio, che purtroppo a scuola era vittima del bullismo essendo chiamato da tutti bingo bongo vu cumprà ma anche molto spesso negro di merda o napoli. Questo ragazzo cresceva in maniera non serena cercando un modo per inserirsi anche perché gli scherzi aumentavano e crescevano sempre di più come violenza e un giorno mentre era sfottuto alla stazione di Varese vide un ragazzo di colore che stava con dei ragazzi di Varese senza problemi, cioè essendo rispettato e apprezzato da loro che riderono molto quando lui sputò addosso a un vecchio affacciato dal finestrino del treno. Allora capì che doveva cambiare atteggiamento e nel giro di poche settimane riuscì a farsi accettare masturbandosi in classe davanti a tutti facendo rutti e scorregge e scrivendo nei bagni il numero del preside con la scritta chiamami per scopare.
Continue reading “da NOTE / Sergio Soda Star. 2009. I”

con l'approvazione / marco giovenale

 

dunque con l’approvazione del decreto sicurezza ci sarà la sicurezza. quando uno approva la sicurezza, la sicurezza si impone. si verifica. e: si introduce da sé pene severe se è straniero. se è straniero deve espellersi da sé e introdursi pene severe. solo se severamente. via libera al decreto sicurezza. il vaticano è teso. l’abitudine all’introduzione di pene severe è un po’ cosa sua. mo è cosa nostra. il governo in questo modo è di tutti gli ita, è cosa nostra. si potranno organizzare le ronde. torneranno le rondini. gli ita, prima cupi e invasi, saranno felici. il decreto sicurezza può essere anche chiamato decreto felicità. ariana.

 

[ differx.it ]