mio padre leggeva nembo kid / alberto d'amico. 2015


img
 
 
 
 

Mio padre leggeva Nembo Kid/ e anch’io lo leggeva/ ma solo perché lo leggeva lui/ nel 1966 mio padre ha 40 anni/ nel 1966 Nembo Kid cambia il suo nome/ nel 1966 nasce mio fratello/ Mio padre odia Superman/ ha ucciso Nembo Kid secondo lui/ e la S sul petto è illeggibile, m’intorbida la mente/ Nembo Kid diventa Superman/ salto ontologico,/ Mio padre si assoggetta ai diktat di mia madre/ Niente più fumetti/ Roba da ragazzini/ Ma neanch’io che sono un ragazzino posso leggerli/ Comportamento illogico/ Un supereroe in bianco e nero/ su carta con meno cotone/ sostituisce Nembo Kid, che ripuliva la città/ Saranno ancora valide le garanzie morali?

*

 

Il tessuto è realizzato da Massimo Poli per Sartoria Teatrale Fiorentina
– foto Sara De Nardis.
Testo e tessuto sono stati esposti @
UnaVetrina, 14-21 lug 2015
(http://www.unavetrina.it/calendario-2015/)