cronologia d'agosto / mariasole ariot. 2012

 

google search phrasesAbecedario insurrezionalista
abbiamo un problema
Aiòn
Anagramma online nomi
Arte Sella cattedrale vegetale
Aujourd’hui je suis mechante
ancora, come l’amore
allergia al caffè volto che cambia
apocalisse in via orfeo
archive, me and you
ameba trasparente zoologo controdarwiniano
artificiali forme
arma bianca, scontro
ampia elasticità
antigone lacan bellezza
akvarium
argone
ansie claustrofobiche
assemblaggio di propositi
arte e nodi
aste e nodi
attrazione tra un’sterica e un nevrotico ossessivo
bacigalupi
bacigalupo
Continue reading “cronologia d'agosto / mariasole ariot. 2012”

componibile gaudio / sergio soda star. 2008

una realtà urbana di una dimensione culturale senza precedenti di una qualità e di una dimensione che sono nei più importanti musei del mondo
questi sono i capolavori sui quali vorrei sentire i grandi intellettuali

questo è un mostro sacro ovviamente per parlare di operette decorative avete tutta una vita chiamate ora e chiedete la storia costano ancora niente
a volte non siete capaci di riconoscere la certezza quando non costa niente

dimostrate d’esser capaci di valutare i grandi accanto alla transavanguardia
tu oggi vai sotheby’s e non è che compri un decorativo qualunque ma cercate di sapere individuare le opere che trovate nei musei del mondo

dobbiamo andare a leggere ciò che oggi trovate nello studio di donald trump accanto ai picasso e ai fontana di una dimensione stradale impagabile

qui dovete essere capaci di riconoscere ciò che solo i musei possiedono
accanto a rauschenberg una cultura urbana che va ben oltre il semplice segno gucci vuitton nike l’hanno già scelto

è di una dimensione intellettuale assoluta al di là di una realtà commerciale scegliete la storia microsoft un giorno ha chiamato ray martini e gli ha detto vieni qua mi devi personalizzare la xbox

vi ricordo che qualcuno di voi dieci anni fa è riuscito a fare la stessa cosa con i de maria i clemente i cucchi di una potenza stradale e culturale devastante

l’essenza assoluta e dominante dei grandi capolavori della street art
al guggenheim di bilbao moma di new york e alla tate modern di londra
questa maglietta l’ha fatta lui per la quicksilver nel mondo

c’è bisogno d’altro o scegliete la decorazione e allora cambiate canale
ma quanto costava quel de maria dieci anni fa ma perché volete dimostrare di essere incapaci di leggere la storia ma mettilo accanto ad hartung

è un’opera complessa assoluta divina e articolata come nessun’altra è uno dei capolavori fondamentali che dovete essere capaci di leggere adesso ci sono tutti i valori della comunicazione

Continue reading “componibile gaudio / sergio soda star. 2008”

ausflug an die frische luft / davide racca. 2012

 

Ausflug an die frische Luft
4 collage su carta, 21 x 28,5 cm, Berlino, 2012

“i fogli del jobcenter fungono da documenti e nocumenti, certificati di libertà per chi li strappa, eppure restano sullo sfondo dell’odierna possibilità di vita, come dimensione sociale – e pur garanzia – di sopravvivenza” [d.r.]

 

cina / bob perelman. 1981

Viviamo nel terzo mondo a partire dal sole. Numero tre. Nessuno ci dice cosa fare.
La gente che ci ha insegnato a contare è stata molto gentile.
È sempre tempo di partire.
Se piove, o hai l’ombrello o non ce l’hai.
Il vento ti porta via il cappello.
Inoltre sorge il sole.
Preferirei che le stelle non ci descrivessero l’un l’altro; preferirei che lo facessimo noi stessi.
Corri davanti alla tua ombra.
Una sorella che indica il cielo almeno una volta ogni dieci anni è una buona sorella.
Il paesaggio è motorizzato.
Il treno ti porta dove va.
Ponti tra le acque.
Gente dispersa su vaste distese di cemento, dirigendosi verso l’aeroplano.
Non dimenticare cosa sembreranno il tuo cappello e le scarpe quando sarai introvabile.
Anche le parole che fluttuano nell’aria fanno ombre blu.
Se ha un buon sapore lo mangiamo.
Cadono le foglie. Indica le cose.
Cogli le cose giuste.
Ehi, sai che cosa? Cosa? Ho imparato a parlare. Stupendo.
La persona dalla testa incompleta scoppiò in lacrime.
Mentre cadeva, che poteva fare la bambola? Niente.
Va’ a dormire.
Stai benissimo in pantaloncini. E anche la bandiera sta benissimo.
Le esplosioni sono piaciute a tutti.
Ora di alzarsi.
Ma meglio abituarsi ai sogni.

[Bob Perelman, da Primer, Berkeley, This Press, 1981. Traduzione italiana di Massimiliano Manganelli, da: Fredric Jameson, Postmodernismo, Fazi, 2007. Immagine, Li Wei, Freedegree over 25th Story, 2004, 10 Chancery Lane Gallery, Hong Kong.]

appunti per il «vespro» e la «notte» / giuseppe parini

 

1. Cavagnola, fichetti, cartelle, tuttissimo.
Matrone, Sibille, polla caduta, scompiglio, ordini per terra, mormorazione, amori.
2. Il marito una volta assisteva la moglie.
Dipoi il servente la dama, ora non più.
3. Forastieri. Le milanesi gli rispondono con lingua e pronuncia milanese. Le dotte in francese facendo pompa ecc.
4. Al teatro gli altri vanno per sollevarsi delle fatiche.
Tu solo vi vai per coronar coll’estrema le fatiche del giorno.
5. Agli attori plaudi non quando il meritano, ma quando te ne vien capriccio. Il vulgo adoperi la ragione e quel senso che perciò è detto comune; ma le voglie repentine sieno sole la tua norma.
6. Celibi.
7. Marito colla sua bella.
8. Bandò o nastro da notte ricamato a caratteri amorosi dalla bella.
9. Collare o anello tessuto de’ capelli della bella.
10. Nella platea discendi talora, accomunati co’ musici buffoni mutoli ecc.
11. Degna talora gli uomini di talento; ma come lione ecc.
12. Carte rapidamente mescolate. Così lesta scorrea Penelope colla spola ecc.
13. Picciole dame usano etichetta fra loro, ma son dimenticate dalle grandi.
14. Tabacchiera con figure oscene. Le dame o ne ridono o non arrossiscono.
15. Seder pesante. Così piuma leggera che accrebbe leggerezza e mobilità ai capi delle dame, piomba come sasso nel vuoto.
16. Araldici nuovi.
17. Maraviglia de’ posteri pensando che tu abbi fatto ogni giorno tante cose per tanti anni. Continue reading “appunti per il «vespro» e la «notte» / giuseppe parini”

monocromi. (una storia del bianco) / nicola ponzio. 2011


bianco solfato di bario / bianco fiore di kiwi / bianco belletto / bianco brillante / bianco venere / bianco sottoveste / bianco berteroa comune / bianco di Kresmer / bianco splendente / bianco vetro / bianco opaco / bianco artico / bianco barbagianni / bianco traslucido / bianco bismuto / bianco di Genova / bianco ermellino / bianco Bonalumi / bianco montano / bianco spettro / bianco totale / bianco balsamo / bianco capitello / bianco soffione / bianco satinato / bianco cristallo / bianco sfolgorante / bianco fiore di biancospino / bianco candido / bianco tovagliolo / bianco traffico / bianco bloodroot / bianco sbiadito / bianco Bernini / bianco segnale / bianco solfogeno / bianco appariscente / bianco ranuncolo dei ghiacci / bianco sclera / bianco argilla di china / bianco spento / bianco classico / bianco anacardio / bianco campestre / bianco architettonico / bianco zucchero / bianco artiglio / bianco sbiadito / bianco scultoreo / bianco balena / bianco asciugamani / bianco asphodelus albus / bianco aspirina / bianco zaffiro / bianco meringa / bianco assoluto / bianco assorbente / bianco canarino / bianco candela / bianco busta / bianco canottiera / bianco pernice / bianco sole / bianco aulin / bianco rapa / bianco aureola / bianco ossido di titanio /bianco Rothko / bianco azalea / bianco autoreggenti / bianco fiore di prugnolo / bianco camicia / bianco axolotl / bianco azzurro / bianco raso / bianco betulla / bianco barboncino / bianco resina / bianco calza / bianco bacca di vischio / bianco banana / bianco calla / bianco canfora / bianco bicarbonato di sodio / bianco avorio / bianco sperma / bianco anemone / bianco camelia / bianco basilica / bianco cavallo / bianco argento / bianco vaselina / bianco bavero / bianco ceramica / bianco argenteo / bianco burro di karité / bianco acquerello / bianco sudario / bianco attinia / bianco Borromini / bianco cacca d’uccello / bianco Acropoli di Atene Continue reading “monocromi. (una storia del bianco) / nicola ponzio. 2011”